Test dell'udito

Le perdite uditive sono molto diffuse e ne soffre una persona su dieci. Tuttavia, per il modo lento e graduale con cui insorgono, sono spesso difficili da identificare e molte persone non si rendono conto di soffrirne finchè altri non lo fanno notare.

Il test:

  1. Sentire è un fattore importante per la qualità della vita, anche se chi ha problemi di udito non lo ammette o fa fatica ad ammetterlo. Maggiore è la tempestività con cui si accerta una perdita uditiva, maggiore è l'efficacia della correzione.
  2. Come va il tuo udito?
  3. Capisci male se qualcuno ti parla da dietro o da qualche metro di distanza?
  4. Hai problemi di comprensione nelle conversazioni in gruppo?
  5. Un più elevato livello di rumore, come ad esempio al ristorante, ti arreca disturbo?
  6. Devi spesso ripetere quanto ti è stato detto?
  7. Ritieni che gli altri tengano la televisione o la radio a un volume troppo basso?


Se ha risposto affermativamente ad una o più domande, verifichi lo stato del suo udito prenotando un test audiometrico, il test oltre a rivelarle un' anomalia uditiva, può tornarle utile anche nell' evidenziare otturazioni del condotto uditivo dato dal cerume. Quest'ultimo è anche causa di perdita di udito, ma non si allarmi, la sua rimozione potrà ripristinare a pieno le sue capacità uditive. Come vede c'è più di un buon motivo per sottoporsi ad un controllo, e UDIFON è ben lieto ad aiutarla.

Ti aspettiamo per un controllo dell'udito gratuito! E ricorda, sentire significa vita!

Come si controlla l'udito?

Durante un test audiologico si ascoltano una serie di suoni diversi che variano di tonalità e di intensità. Rilevando quali suoni sentite e quali no si potrà determinare il grado di perdita uditiva di ciascun orecchio. I risultati del test audiologico vengono riportati sotto forma di un grafico che prende il nome di audiogramma.

L'audiogramma fornisce un quadro completo della vostra capacità e sensibilità uditiva. In senso orizzontale sono indicati i valori di tonalità (Hz), mentre in verticale sono rappresentate le diverse intensità (dB). I cerchietti e le "x" di un audiogramma individuano il suono più basso che siete in grado di udire per ciascuna tonalità: i primi rappresentano il vostro orecchio destro e le seconde quello sinistro.

Durante l'esame audiometrico tonale, viene valutata la capacità di udire suoni di varie frequenze e si stabilisce la soglia uditiva della persona. Durante l'esame audiometrico vocale si valuta invece la capacità di capire parole o frasi, stabilendo la soglia di percezione. Una visita medica serve per effettuare la diagnosi e scoprire la causa patologica che provoca la perdita di udito.

Share by: